> CONSERVATORIO DI MUSICA LUCA MARENZIO - BRESCIA

STORIA DEL CONSERVATORIO LUCA MARENZIO DI BRESCIA

Conservatorio di musica “Luca Marenzio” di Brescia nasce nel 1971 dal precedente Istituto musicale pareggiato “A. Venturi”, con legge n. 663 del 8/8/77; la data di istituzione è fissata dalla Legge stessa al 1/10/71.

Con il medesimo provvedimento e con la medesima data viene istituita la Scuola media interna, che era già comunque funzionante dall'anno scolastico 1966/67, annessa all'Istituto musicale pareggiato "A. Venturi".
L’organico previsto dalla suddetta legge era di quindici cattedre più il direttore più tredici posti per il personale amministrativo. La presenza dell’Istituto musicale “A. Venturi” è stata parte integrante della storia bresciana per più di un secolo.
Risale infatti al 1864 la fondazione, per iniziativa di una società privata, del primo Istituto musicale “per l’istruzione gratuita del popolo”. Trasformato due anni più tardi nell’Istituto Filarmonico (poi civico) venne intitolato al mecenate Antonio Venturi, appassionato di musica, professore di Scienze naturali e collezionista di violini. Il secolo di vita del “Venturi” racconta molto dell’evoluzione della cultura musicale a Brescia, sollecitando il ricordo di nomi illustri (da Antonio Bazzini ad Arturo Benedetti Michelangeli) ma soprattutto evidenzia un itinerario di progressiva crescita sul fronte accademico ed artistico.
Tale sviluppo è documentato dal costante incremento del numero degli studenti (dai 50 allievi del 1886 ai 620 odierni, 176 dei quali iscritti presso la sede staccata di Darfo Boario T., attiva dal 1978) e dall’aumento delle discipline insegnate (nel 1895 venne istituita la prima cattedra di Pianoforte, mentre solo nel 1947 fu istituita quella di Composizione).
Intitolato nel 1993 a Luca Marenzio, il Conservatorio di musica di Brescia si colloca in una posizione di evidenza nel contesto nazionale, sia per la completezza delle discipline attivate sia per la validità musicale e culturale dei docenti che vi operano.
Oggi la sua connotazione programmatica è da individuarsi in una più stretta connessione operativa con le forze della città ed in un ruolo sempre più centrale per l'attività musicale di Brescia stessa.


News
03 maggio 2013

AVVISO NUOVE AMMISSIONI A.A. 2013/2014

Iscrizioni giugno e luglio

AVVISO NUOVE AMMISSIONI A.A. 2013/2014

SI POTRA' EFFETTUARE L' ISCRIZIONE AGLI ESAMI DI AMMISSIONE AI CORSI PRE-ACCADEMICI E ACCADEMICI PER L'A.A.2013/2014 NEI MESI DI GIUGNO E LUGLIO.
MODULISTICA

28 marzo 2013

ISCRIZIONI CANDIDATI PRIVATISTI

SONO APERTE LE ISCRIZIONI PER GLI ESAMI DEI CANDIDATI PRIVATISTI

Scadenza iscrizioni 30 aprile

I PRIVATISTI CHE INTENDONO CANDIDARSI PER GLI ESAMI DEL CORSO PRE-ACCADEMICO E/O PER IL SOLO ESAME DI DIPLOMA DEL CORSO TRADIZIONALE,  DEVONO COMPILARE IL MODULO CARTACEO E CONSEGNARLO DIRETTAMENTE IN SEGRETERIA O TRAMITE POSTA ALL'INDIRIZZO:

SEGRETERIA STUDENTI Conservatorio di musica “Luca Marenzio” di Brescia - Piazza A.B. Michelangeli, 1- 25121 Brescia

ENTRO E NON OLTRE IL 30 APRILE.

per tutte le informazion:corsipreaccademici@conservatorio.brescia.it

28 marzo 2013

Nucleo di Valutazione

Pubblicata la Relazione Annuale del Nucleo di Valutazione - Marzo 2013
26 marzo 2013

INTERNATIONAL STUDENTS - INFORMAZIONI PER STUDENTI STRANIERI

NEWS - Comunicazione del Ministero - Immatricolazioni degli studenti stranieri

FOREIGNS STUDENTS - INFORMAZIONI PER STUDENTI STRANIERI -

 

Immatricolazioni a corsi di formazione presso le Istituzioni di Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica (AFAM)

STUDENTI

peridodo
dal 21 marzo 2013 al 21 giugno 2013
 
Presentazione domanda di preiscrizione alla Rappresentanza italiana nel Paese di provenienza.

data puntuale
3 settembre 2013

Prove di ammissione e prova della conoscenza della lingua italiana nelle date comunicate dalle Istituzioni

data puntuale
1 ottobre 2013

Termine per la presentazione della domanda sui posti resisi disponibili per ammissione ad altro Corso di Diploma o di Corso Sperimentale del biennio Specialistico presso la stessa sede o per riassegnazione per lo stesso corso di Diploma o di Corso Sperimentale del biennio Specialistico ad altra sede

Scadenze per Corsi singoli

fino a
entro il 24 agosto 2013

(per i corsi aventi inizio nel PRIMO SEMESTRE)
Presentazione domanda di preiscrizione alla Rappresentanza italiana nel Paese di provenienza

fino a
entro il 28 dicembre 2013

(per i corsi aventi inizio nel SECONDO SEMESTRE)
Presentazione domanda di preiscrizione alla Rappresentanza italiana nel Paese di provenienza

per maggiori informazioni vedi il sito: STUDENTI STRANIERI

 

25 marzo 2013

CORSI DI PERFEZIONAMENTO ANNUALI EXTRA CURRICULARI

 I Corsi di perfezionamento annuali  sono rivolti a musicisti non iscritti al Conservatorio interessati ad approfondire particolari tecniche strumentali o repertori, con professionisti specializzati nel settore.


Si prevedono 25 ore di lezione frontale individuale.

All’attività didattica si affiancheranno produzioni artistiche inserite nella programmazione del Conservatorio e in attività esterne.

Ogni studente straniero è tenuto alla frequenza del corso d'italiano per studenti stranieri.

Tutti gli studenti hanno la facoltà a frequentare il corso di musica da camera, di esercitazioni orchestrali e di esercitazioni corali.

Oltre alla frequenza dei Corsi in oggetto, gli studenti avranno libera facoltà di frequentare gratuitamente i corsi accademici già istituiti nel Conservatorio.

Si accede ai Corsi di perfezionamento previa prova strumentale volta ad accertare il livello musicale dei candidati.

Alla fine del Corso tramite esame, verrà rilasciato un Diploma di perfezionamento annuale, nella disciplina scelta, a cura de Conservatorio “L. Marenzio” di Brescia.

Il costo della frequenza è di € 1.200,00.

Qui di seguito è possibile scaricare il modulo per la selezione da presentare in segreteria .

25 marzo 2013

HERE YOU CAN FIND INFOMATIONS ABOUT THE COURSES OF UNDERGRADUATE, MASTERS DEGREES, IN ENGLISH LANGUAGE

Download the attachment I Part II Part

As part of the Italian Public Educational System, the Luca Marenzio Music Conservatory is a member organization of the group of Institutes for Advanced Musical and Artistic Education which includes Music Conservatories, Arts Academies, the National Academy of Dramatic Arts, and the National Academy of Dance.  These institutions grant two types of University Degrees:

-          Undergraduate Degrees (three-year program)

-          Masters Degrees (two-year program)


The Luca Marenzio Conservatory also offers:

- Pre-baccalaureate programs for those who do not possess the pre-requites necessary to enroll in an    undergraduate program;  

-          Extra-curricular programs for those who possess the pre-requisites necessary to enroll in an undergraduate program but who wish to enrich their technical/musical capacities in a particular area, and design a personalized program of study to meet their special needs;

-         A prestigious program for musical educators

The Luca Marenzio Conservatory of Brescia offers a variety of courses in Italian for foreigners, which are organized to meet the needs of students from diverse linguistic backgrounds.

In particular, students of Chinese origin may take advantage of contacts via e-mail and Skype, with the aid of  collaborators who speak their language fluently.

Brescia is a medium-sized city with a rich cultural heritage within walking distance from the Conservatory (it was recently awarded the status of “World Heritage City” buy the UNESCO) which offers an array of accommodations, including the University of Brescia Dormitories.
25 marzo 2013

X EDIZIONE PREMIO NAZIONALE DELLE ARTI 2012/13 - AFAM

Il Conservatorio LUCA MARENZIO sarà sede della X Edizione del Premio delle Arti, per le Discipline CHITARRA, ARPA e MANDOLINO

 

Altre Informazioni
Mappa delle Sedi
Informazioni Generali

Direttore: M° Ruggero Ruocco

Conservatorio di Musica “Luca Marenzio” di Brescia - Piazza A.B. Michelangeli, 1- 25121 Brescia
C.F. 80046350171 
tel. +39.030 2886711
fax. +39.030 3770337 
email: 
info@conservatorio.brescia.it


Triennio 2012/15

Direttore M° Ruggero Ruocco
Vice M° Patrizia Grasso

tel. +39.030.2886711 (CENTRALINO)


Consiglio Accademico

Presidente del CA:
Il Direttore M°Ruggero Ruocco (Docente di Pianoforte Principale)

Componenti:
Prof.ssa Emanuela Ballio (Docente di Armonia e Contrappunto)
Prof.Massimo Cotroneo (Docente di Pianoforte Principale)
Prof.ssa Giovanna Fabiano (Docente di Clavicembalo)
Prof. Diego Gordi (Docente di Teoria e Solfeggio)
Prof. Francesco Gorio (Docente di Chitarra)
Prof.ssa Patrizia Grasso (Docente di Teoria e Solfeggio)
Prof. Corrado Guarino (Docente di Jazz)
Prof.ssa Antonella Vignali (Docente di Pianoforte Principale)

Rappresentanti della Consulta degli Studenti
Luigi Mazzocchi (corso di direzione d'orchestra) C.A.
Claudia del Bello (corso di violino) C.A.
Felicina Maurizio (corso di percussioni) C.d.A.
Mattia Pietrogalli (corso di trombone)
 
Consiglio di Amministrazione

Nucleo di Valutazione
 
Presidente Dott.Giovanni Epifani   epifani.giovanni42@alice.it
Tel. 338.7148735
Componente esterno Prof. Fabrizio Fanticini    fabrizio.fanticini@gmail.com
Tel. 348.3050478
Componente interno Prof.ssa Giovana Fabiano lafaby@tiscali.it
Tel. 349.5527842


Presidente
Patrizia Vastapane

Direzione Amministrativa
Mario Confalone 

 
Direzione Ufficio Ragioneria
Giorgia Magrassi


Economato: 
Mascia Manfredi
Laura Bazzardi


Segreteria

Orario apertura della Segreteria Didattica: 
LUNEDI',MERCOLEDI' E VENERDI' dalle ore 11.30 alle ore 13.00 MARTEDI' E GIOVEDI' dalle ore 14.00 alle ore 15.00

Orario ricezione telefonate 
dal lunedì al venerdì 10.30 - 11.30 

 
Segreteria Allievi: 
Antonia Iurlaro
Silvia Garzarella
Calogero Lanza

Segreteria Docenti: 
Anna Coverlizza

Simone Saccoman
 
Contatti mail Personale del Conservatorio

Relazioni Internazionali e Progetto Erasmus


Coordinatore ERASMUS / ERASMUS Co-ordinator
Prof.ssa Vittoria Licari

vittoria.angela.licari@gmail.com

phone/fax: +39.02.3534854
mobile: +39.348.7641755


Docenti del Conservatorio


 
 
La Nostra Identità
 
 
Il Conservatorio “Luca Marenzio”ha la sua sede nel centro della città, ed occupa per una sua parte un vecchio convento agostiniano e per un’altra parte un palazzo ottocentesco, opera dell’architetto Donegani
 
Sono attualmente in corso importanti lavori di ristrutturazione, ad opera della Provincia di Brescia e con il contributo sostanziale del Comune di Brescia e della Fondazione Cariplo, ristrutturazione che dovrebbe portare, in tempi ci si augura brevi, all’ottimizzazione degli spazi ai fini per i quali sono destinati. 
Il Conservatorio dispone di tre saloni: il salone Pietro Da Cemmo, il saloncino Zanin (così denominato dal nome del costruttore dell’organo ivi presente), ed una sala ricavata nella torretta della parte vecchia del Conservatorio; tutti i saloni sono forniti di organo e pianoforte, ed uno (il Da Cemmo) di due pianoforti a coda; le attività musicali, i saggi, i concorsi, i seminari, le lezioni di Esercitazioni corali ed Esercitazioni orchestrali, si svolgono di norma nel salone Da Cemmo (che presenta peraltro problemi di agibilità) e nel saloncino Zanin; complessivamente le tre sale si dimostrano idonee all’uso, anche se a volte non sono sufficienti in relazione alle numerose attività che vi si devono svolgere. 

Alcuni saggi e concerti si tengono anche presso il Teatro San Carlino, dislocato in un’altra zona, comunque centrale, della città. 
Adiacente il Conservatorio è posta la chiesa sconsacrata di S. Barnaba, che a seguito di una recente ristrutturazione è stata trasformata in un Auditorium di circa 400 posti.
E’ operante una convenzione fra il nostro Istituto ed il Comune che consente al Conservatorio di usufruire del suddetto Auditorium per la propria attività artistica e didattica.



BIBLIOTECA ANTONIO VENTURI

Non è agevole ricostruire le prime vicende della Biblioteca del Conservatorio: manca infatti una documentazione adeguata e possiamo quindi soltanto presumere che fin dalla nascita (1864-1866) i soci fondatori dell'Istituto Filarmonico "Venturi" abbiano donato alla scuola libri di argomento musicale o abbiano deliberato qualche acquisto per procurare metodi utili alle varie discipline insegnate.

Pochi dati emergono, con qualche certezza, anche per i decenni successivi: un Catalogo della Musica di proprietà dell’Istituto “Venturi”, compilato da Francesco Pasini, economo dell’Istituto nel 1896, ci è giunto corredato da numerosi aggiornamenti manoscritti posteriori; una figura di “bibliotecario” è contemplata nell’organico della Scuola già nell’anno 1924-25 (il compito risulta affidato a Vincenzo Capitanio, anche docente di canto corale). Il primo registro ufficiale d'ingresso inizia nel settembre 1945 con la registrazione, al n.1, del primo volume delle Sonate di Beethoven (edizione Ricordi), dono dell’avvocato Antonio Grassi, annotata con scrittura elegante da Ada Capitanio, allora bibliotecaria, in seguito inflessibile insegnante di solfeggio per generazioni di allievi.

Attualmente, a quasi 70 anni da quel primo inventario, i libri ingressati nel settore didattico sono quasi 24.000 e costituiscono il repertorio necessario agli studi musicali di allievi, docenti e di quanti siano interessati alla musica (non va dimenticato che la biblioteca è pubblica e quindi aperta anche agli utenti esterni). Ai libri si affiancano una collezione di circa 500 dischi in vinile, una raccolta di cd e 20 testate di periodici musicali. Una piccola biblioteca si è costituita anche nella sede di Darfo, con i testi richiesti dai docenti.

A questo fondo moderno si accompagna un pregevole fondo prezioso in corso di catalogazione, gran parte del quale - grazie a un progetto di schedatura finanziato dalla Regione Lombardia circa 35 anni fa - è già visibile in rete attraverso l’OPAC di SBN-Musica e anche - per quanto riguarda i manoscritti - attraverso il RISM-on line.

Tale raccolta si è costituita nel tempo con i lasciti di musicisti e musicofili bresciani; ancora Francesco Pasini registrava con cura, dal 1890, l’arrivo alla biblioteca del "Venturi" di queste donazioni. I nomi dei donatori, tutte figure di rilievo nella vita culturale cittadina, ci fanno ripercorrere la storia musicale della nostra città dalla seconda metà dell'Ottocento: Francesco Rovetta, Paolo Chimeri, Carlo Porro, Antonio Grassi, Giovanni Premoli, Giacinto Conti, Carlo Baresani, Giuseppe Soncini, i nobili fratelli Rota. E ancora: il fondo della Società dei Concerti (con autografi di Antonio Bazzini) e - fra i più recenti - i lasciti Manenti (autografi), Torlaschi (comprendente, fra l’altro, una significativa raccolta di libretti) e - acquisito da pochissimo – quello di Giulio Tonelli.

Potremmo citare molte gemme del fondo prezioso, ma basterà qui ricordare L’Estropoetico-armonico di Marcello nelle edizioni del 1724 e del 1803, il Miserere e l’Orfeodi Bertoni nelle edizioni Valle, rare edizioni Artaria di Mozart, Haydn e Clementi.

Fra i manoscritti conserviamo stesure settecentesche, spesso importanti, di melodrammi, Oratori e Cantate di Hasse, Marcello, Galuppi, Leo, oltre alla produzione per cembalo di Turrini e alla composizioni strumentali autografe di Pietro Gnocchi. Il fondo prezioso è in attesa di una definitiva sistemazione per la quale è stato previsto il recupero e il restauro delle vecchie librerie dell'Istituto Filarmonico, a cominciare dalla libreria di Francesco Pasini - oltre che economo della Scuola, anche tenore di fama ai suoi tempi - che la vedova, nel 1911, donò alla Scuola insieme alla musica in essa contenuta “perché serva agli allievi e studiosi quale biblioteca musicale circolante”.

Dal 2009 la Biblioteca è entrata nella rete SBN, firmando una convenzione con la Regione Lombardia. Da allora, un grande numero di record è stato inserito e il posseduto della Biblioteca può essere consultato da un qualunque computer attraverso l’OPAC della Regione Lombardia (www.biblioteche.regione.lombardia.it/OPACRL/cat/SF), scegliendo l’intestazione – alla stringa “Biblioteche” – Biblioteca del Conservatorio “Luca Marenzio” – Brescia. In SBN sono già state catalogate tutte le sezioni di saggistica musicale (anche la parte relativa a Brescia), tutta la musica per organo, per clavicembalo, per pianoforte, per flauto, oboe e sassofono, tutte le partiture e il repertorio di musica da camera, oltre a tutti gli Opera Omnia, le opere in consultazione, il Fondo Galliera e il Fondo Gorio, Anche buona parte del dono Vita (le musiche per arpa della nota arpista Mirella Vita, che le ha generosamente lasciate alla nostra biblioteca) è già visibile in SBN.

Tutti i nuovi acquisti, poi, entrano direttamente nel catalogo SBN.

Il lavoro procede speditamente, grazie all'aiuto economico fornito dalla Fondazione ASM e al cofinziamento dei progetti disposto a nostro favore dalla Regione Lombardia. Con il contributo dell'ASM abbiamo potuto sviluppare progetti di catalogazione del fondo didattico; con quello della Regione Lombardia abbiamo invece proceduto alla catalogazione di buona parte dei manoscritti del Fondo prezioso e alla revisione di molte edizioni a stampa, sempre del Fondo prezioso. Inoltre, quest'anno procederemo alla digitalizzazione dei manoscritti più importanti, sia per il contenuto musicale sia per l'impatto con la storia musicale della nostra città.

La Biblioteca, inoltre, fornisce supporto a quanti si interessino della musica bresciana (in questi ultimi anni, per esempio, l'attenzione è stata posta su Ferdinando Turrini, Pietro Gnocchi, Marco Enrico Bossi e sui compositori bresciani che abbiano scritto musica su testi di Angelo Canossi) e a quanti desiderino studiare le musiche che sono qui depositate.

E' anche referente di due collane editoriali. La prima, Collana di musiche inedite, pubblica in edizione critica composizioni manoscritte conservate nel Fondo prezioso. Ad oggi sono usciti quattro volumi: di Michele Nicolosi, Musica per tastiera, a cura di Marco Ruggeri; di Antonio Bazzini, Sinfonia in quattro tempi, a cura di Marino Pessina; Musiche vocali di compositori bresciani, a cura di Mariella Sala e, di Pietro Gnocchi, Sei concerti per archi, a cura di Claudio Toscani. La prossima pubblicazione sarà una raccolta di cantate di Benedetto Marcello, a cura di Marco Bizzarini. La seconda collana, Collana di Saggi musicali, vede un solo volume: Wenzeslaus Thomas Matiegka (1773-1830). La vita e le opere, di Francesco Gorio, che è stato anche l'originario editore di tutte le due serie. E' già previsto un secondo volume che studierà la storia della Cappella musicale del Duomo di Brescia dalle origini a Costanzo Antegnati, grazie alle ricerche di Tommaso Casanova.